Chi sono

Studio Legale

Opere monografiche

  1. La condanna
    con riserva.
  2. L'accertamento sommario del passivo fallimentare.
  3. Le spese giudiziali civili.
  4. La tutela dei diritti dinanzi alle autorità garanti.
  5. Il nuovo patrocinio a spese dello stato nei processi civili e amministrativi.
  6. Ordinamento giudiziario e forense.
  7. La revocatoria ordinaria e fallimentare.
  8. Manuale di diritto fallimentare.
  9. Ordinamento giudiziario e forense II edizione.
  10. Ordinamento giudiziario e forense III edizione.
  11. Potere del Giudice e diritti delle parti nel processo civile.
  12. Per un ritorno al passato.
  13. Ordinamento giudiziario e forense IV edizione.

Università

Download

Link/Video


Contatti

AGENDA 2018

Seminari/Congressi/Conferenze

Brescia, 12 gennaio 2018, Ordine degli avvocati: “Le nuove società commerciali forensi”.

Firenze, 6 febbraio 2018, Camera civile e Associazioni professionisti: “Le regole processuali della consulenza tecnica”.

Livorno, 9 febbraio 2018, Ordine degli avvocati, “L'atto di appello dopo Cass. - Sezioni Unite - 16 novembre 2017 n. 27199”.

Siena, 22 febbraio 2018, Scuola delle Specializzazioni legali “Il processo sommario di cognizione de iure condito e de iure condendo”.

Treviso, 23 marzo 2018, Camere civili del Triveneto “Le riforme del processo civile degli ultimi venti anni”.

Siena, 11 aprile 2018, Ordine avvocati “Il protocollo sulla parità di genere e il nuovo art. 81, bis 3° comma disp. att. c.p.c.”.

Torino, 17 aprile 2018, Università – Dipartimento giurisprudenza “La riforma della magistratura onoraria”.

Trieste, 11 maggio 2018, Camera civile “Il nuovo giudizio di cassazione”.

Firenze, 15 maggio 2018, Sindacato e Ordine degli avvocati “Il recupero degli onorari di avvocato dopo sez. un. Cass. 4485/2018”.

Palermo, 25 maggio 2018, Associazione nazionale forense “Prospettive di riforma del processo civile”.

Caltanissetta, 28 maggio 2018, Scuola superiore della Magistratura “La riforma della magistratura onoraria”.



"Ordinameto giudiziario e forense"Casa Editrice Giuffrè 2000

libro1

Il testo ha due obiettivi:

a) per un primo esso vuol essere un manuale ad uso degli studenti con riferimento ad una disciplina che, per fortuna, molte facoltà stanno reintroducendo nei corsi di laurea.

Tra i 14 insegnamenti obbligatori previsti dalla tabella della facoltà di giurisprudenza del regolamento Natoli di cui al r.d. 8 ottobre 1865 n. 2525 vi era infatti un tempo “procedura civile ed ordinamento giudiziario” e la manualistica di allora si preoccupava di trattare tanto la procedura civile quanto l’ordinamento giudiziario.

Nel 1923 la riforma Gentile consentì però alle facoltà di modificare le tabelle didattiche e molte università rinunciarono all’insegnamento dell’ordinamento giudiziario, il quale fu addirittura soppresso con il r.d. 28 novembre 1935 n. 2044 per opera del ministro Cesare Maria De Vecchi.

Per lungo tempo lo studio dell’ordinamento giudiziario fu abbandonato e solo recentemente da più parti si è avvertita l’esigenza di renderlo nuovamente oggetto d’attenzioni.

La materia in questi anni è poi diventata attualissima, visti i progetti di riforma che il vigente governo ha proposto al parlamento.

Non vi sono, però, ad oggi, molti manuali dedicati a ciò.

Da lì l’idea di dare il presente contributo.

b) Sotto altro profilo il libro aspira più propriamente ad essere oggetto d’interesse di giudici ed avvocati, e di quanti lavorino in quell’affascinante mondo delle aule di giustizia.

Si trovano, nel libro, non solo il commento della legislazione vigente in materia, ma anche molte notizie e curiosità sulle professioni di giudice e avvocato.

Oltre agli aspetti di diritto comparato, il testo ha tenuto conto, riesumando una tradizione, dei predenti storici: e così vi si trova una (seppur breve) storia della magistratura e dell’avvocatura, nonché cenni storici su specifici temi, dal Consiglio superiore della magistratura al pubblico ministero, dalla cassazione alla giustizia amministrativa, dai giudici onorari ai giudici speciali, ecc….

Proprio per questo duplice scopo il libro è stampato con due diversi caratteri: più grandi per le informazioni e le nozioni, più piccoli per gli approfondimenti, le riflessioni e le parti storiche.

La trattazione congiunta dell’ordinamento giudiziario con quello forense non risponde poi soltanto ad un’esigenza pratica ma anche alla speranza che il ruolo dell’avvocato possa essere considerato co-essenziale all’esercizio della funzione giurisdizionale e la disciplina della sua figura professionale possa magari un domani costituire una parte dell’intera legge sull’ordinamento giudiziario.

Così, se in futuro noi avremo davvero una legge sull’ordinamento giudiziario che da un lato regola la magistratura e dall’altra l’avvocatura, noi potremo, più propriamente, parlare di Ordinamento giudiziario e forense.

Per ora si è cercato solo di porre un certo ordine alla materia, che è quello che facilmente emerge dalla lettura dell’indici.

Dell’autore si può vedere anche, più brevemente, Ordinamento giudiziario, Voce dell’Enc. giur. Sole 24 ore, Milano, 2007, X, 421 e ss.; e Avvocato, Voce (in corso di stampa) del dizionario di diritto privato diretto da Natalino Irti per i tipi di Giuffrè.